Iscriviti alla newsletter di Sanganeb!

Utilizzando questo form puoi iscriverti alla newsletter di Sanganeb. Ricevere le novità e i diari di bordo periodici sono due delle tante cose che si possono ottenere iscrivendosi.
Clicca qui se non vuoi più visualizzare questo messaggio
Navigation Menu
Fuengirola – Gibilterra / Regno Unito

Fuengirola – Gibilterra / Regno Unito

  • Data: 16/08/2014
  • Luogo: Gibilterra
  • Miglia Percorse: 1505

Partiamo all’alba ovvero alle 08:00 si perché qui siamo molto ad Ovest quindi il sole tramonta molto tardi e l’alba ritarda di conseguenza , il vento è completamente assente quindi ci prepariamo all’ennesima smotorata , il mitico Mar di Alboran ci ha riservato calme piatte, nebbie e umidità al 95% . In compenso la corrente ci aiuta e ci spinge a oltre i 7 nodi di velocità .

Cargo sulla rotta per Gibilterra

Cargo sulla rotta per Gibilterra

Alle due del pomeriggio con largo anticipo sulle previsioni siamo in vista della rocca di Gibilterra ed alle tre e mezza siamo ormeggiati al Queensway Quay Marina il più vecchio dei tre marina di Gibilterra situato proprio sotto la rocca. Questo è il primo traguardo, la prima tappa importante del mio progetto, può sembrare ridicolo ma è stata dura arrivare fin qui; più di una volta sono stato tentato di abbandonare non tanto per problemi o difficoltà di navigazione ma per i molteplici problemi riguardante l’affidabilità della barca, nonostante l’accurata manutenzione invernale anzi per scrivere come mangio “ con il culo che mi sono fatto”, ho subito un problema dietro l’altro: i motori, le vele, le sartie, l’albero, il dissalatore, la radio, le antenne, l’invertitore, il W.C. , le prese a mare, la carena, le eliche, ecc. ecc. insomma una sfiga infinita che mi ha rovinato il fegato ed il portafogli, ma adesso son qui a Gibilterra e mi sembra di essere arrivato in capo al mondo ho perso molte delle certezze che avevo e non sono neanche a mille miglia da casa e dovrei farne, per arrivare alle Canarie, altre 700 e tutte di oceano, praticamente “mission impossible” ma io ci tento, voglio sfidare la sfiga oceanica, dopo aver vinto, a fatica, quella mediterranea e a tal proposito mi viene in mente quell’ammiraglio della Royal Navy che definì il Mediterraneo “ lo stagno “ Alla faccia dello stagno se penso al “culo” che mi sono fatto per attraversarlo. Comunque adesso c’è l’oceano e la cosa un po’ mi spaventa ed un po’ mi esalta io ci tento e poi c’è il mio equipeggio oceanico che mi sostiene : Elisa ,Michela , Emilio con un equipeggio così posso affrontare anche Capo Horn, per adesso accontentiamoci di passare le Colonne d’Ercole poi dove arrivo, arrivo…..

Il Queens quay marina di Gibilterra

Il Queens quay marina di Gibilterra

Approfittiamo della giornata di attesa per visitare la rocca , che stranamente per essere Agosto non è invasa da turisti. Prendiamo la funivia che ci porta sulla sommità della rocca dove lo spettacolo è da mozzafiato si vede tutto lo stretto fino al Marocco Ceuta compresa siamo stati fortunati perchè il forte vento di burrasca proveniente da est spazza via la foschia e la vista e veramente spettacolare a Nord il continente europeo a Sud quello africano , a Est il Mediterraneo a Ovest l’oceano il tutto con un solo sguardo , meraviglia !!!!

Questa è una delle cose che non mi fa rimpiangere di essere partito…..

« Ritorna al Diario di Bordo