Iscriviti alla newsletter di Sanganeb!

Utilizzando questo form puoi iscriverti alla newsletter di Sanganeb. Ricevere le novità e i diari di bordo periodici sono due delle tante cose che si possono ottenere iscrivendosi.
Clicca qui se non vuoi più visualizzare questo messaggio
Navigation Menu
Licata – Sciacca 18/05/2014

Licata – Sciacca 18/05/2014

  • Data: 18/05/2014
  • Luogo: Sciacca
  • Miglia Percorse: 55

Non è ancora spuntata l’alba quando Emilio bussa alla porta della mia cabina per la sveglia, guardo l’orologio: non sono ancora le 5:00! L’accordo era per sveglia alle 6:00 e partenza alle 7:00, ma i miei due compagni e membri dell’Equipeggio già dal giorno prima erano visibilmente eccitati per la partenza, quindi la cosa non mi sorprende. Dopo una lieve imprecazione mi decido a scendere dalla cuccetta, il caffè è pronto, il buon Giorgio l’ha già preparato.

 

Avvisi di burrasca nel canale di Sicilia

Avvisi di burrasca nel canale di Sicilia

Le storie di navigazione narrano che a bordo il comandante faccia la sveglia e che questa sia sempre prestissimo ma su Sanganeb il comandante è un po’ anomalo e queste regole contro natura non hanno ragione di esistere quindi addio allo stereotipo per cui il marinaio si sveglia all’alba, su Sanganeb, se la navigazione programmata non lo richiede, uno si sveglia quando gli pare.

Ma proseguiamo: alle 6:30 siamo fuori dal porto e subito un bel vento di scirocco sui 20 nodi al lasco che ci spinge a 7 nodi verso la nostra prima tappa: Sciacca. Purtroppo assieme al vento siamo anche accompagnati da temporali con continui scrosci di acqua e dal VHF che costantemente sul canale 16 ci mette in guardia tramite Mazzara Radio con “Gale Warning” avvisi di burrasca sullo Stretto di Sicilia. Finalmente dopo una bella ma impegnativa navigazione a vela di 9 ore percorrendo 55 miglia arriviamo alle 16:00 nel porto di Sciacca accompagnati da un forte acquazzone.

Burrasca in arrivo

Burrasca in arrivo

Sia il porto che la cittadina non attirano molto la nostra attenzione ma decidiamo comunque di fare un giro in paese e dopo un paio d’ore, viste anche le condizioni del tempo, decidiamo di rientrare e cenare a bordo, una spaghettata con un buon vino rosato acquistato a Licata in damigiana da un produttore locale. Dopo aver scaricato con la radio SSB il grib meteo per il giorno seguente decidiamo di ritirarci in cabina questa volta con l’impegno di svegliarci non prima delle 8:00, prossima tappa Favignana nelle Isole Egadi

 

« Ritorna al Diario di Bordo